Chi ha diritto alle detrazioni ?

 

 

L’articolo 119, comma 1 del decreto in parola innalza al 110% la percentuale della detrazione ai fini IRPEF / IRES spettante per gli interventi di riqualificazione energetica riguardanti l’isolamento termico sull'involucro degli edifici (c.d. cappotto termico), la sostituzione di caldaie con impianti a pompe di calore o a condensazione e gli interventi per l’adozione di misure antisismiche (“1. La detrazione di cui all'articolo 14 del decreto-legge 4 giugno 2013, n. 63, convertito, con modificazioni, dalla legge 3 agosto 2013, n. 90, si applica nella misura del 110 per cento, per le spese documentate e rimaste a carico del contribuente, sostenute dal 1° luglio 2020 e fino al 31 dicembre 2021, da ripartire tra gli aventi diritto in cinque quote annuali di pari importo”).

 

 

 

 

Con il decreto Rilancio il legislatore ha provveduto a definire quale sia il perimetro di utilizzo delle detrazioni fiscali al 110%. Si ha diritto al maxi ecobonus solo per interventi a carattere strutturale e solo se si giunge ad un miglioramento della classe energetica degli edifici su cui si sono avuti gli interventi di due livelli.

E se tale risultato non fosse possibile, è sufficiente che i lavori conseguano la classe energetica più alta. Anche il super sismabonus, rientra tra gli interventi trainanti, contestualmente nel caso si stipuli una polizza a copertura di eventi calamitosi, tale polizza sarà detraibile al 90%.

 

 

Le due agevolazioni possono essere fruite direttamente o, per chi ha problemi di liquidità e/o capienza fiscale, possono essere cedute o può essere richiesto lo sconto in fattura.

Quanto costeranno i lavori con la Cessione del credito o con lo sconto in fattura ?

Esempio per lavori di

Efficienza Energetica

con 110% di detrazione

(ECOBONUS)


Esempio per lavori di

Miglioramento Sismico

con 110% di detrazione

(SISMABONUS)


Esempio per lavori con 50%

di detrazione (RISTRUTTURAZIONE)


Esempio per lavori con 90%

di detrazione

(BONUS FACCIATE)